Malga Scrovazze

lug22

Siamo partiti da qui

di Chiara Brugnoli

Pensare, non è come fare.!, sull’onda dell’entusiasmo ci siamo lanciati in quest’avventura ma poi è stato come risvegliarsi il giorno dopo nella realtà alla fine di un sogno…infatti ci siamo trovati con non pochi problemi pratici da affrontare, primo tra tutti come raggiungere la malga per portare tutto ciò che serviva per iniziare i lavori, infatti non ci sono strade agevoli per arrivare ma solo sentieri percorribili a piedi o con mezzi non adatti al trasporto di tronchi e altro materiale edile! ma anche qui un pò di fortuna e l’aiuto di persone che credono in questo progetto ha fatto in modo che tutto si risolvesse. Non sono state e non sono situazioni di lavoro agevole ma siamo caparbi e tutto il gruppo che lavora con noi lo è altrettanto, non ci ha fermati ne la pioggia e nemmeno il freddo della notte quando ci fermavamo a dormire nel cantiere, più di qualche mattina la vista di caprioli che pascolavano vicino alla malga ci ha ripagati del disagio.
Devo dire che questo intervento di recupero che stiamo facendo sulla malga ha creato un gruppo di persone che lavorano con amore e affiatamento al progetto, desiderose di vedere un luogo di storia prendere nuovamente vita, sembra quasi che gli antichi abitanti di questa malga siano con noi e ci incoraggino su questa strada.

come l'abbiamo trovata

15 mesi sono trascorsi… da quel 1 maggio 2009 quando si cominciava ad allestire il cantiere … Ora siamo prossimi alla chiusura dei lavori per ciò che riguarda la prima fase.

Sono state restaurate 5 camere triple, 2 bagni con doccia, una cucina professionale, 1 sala da pranzo, un salottino da intrattenimento, 3 locali di servizio.

Nel rispetto della pregevole architettura originale, salvaguardando  in ogni particolare i materiali recuperabili, siamo riusciti ad ottenere un ambiente estremamente accogliente  dotato di ogni confort che mantiene però il suo sapore di antico.

Oggi, ad 1 settimana dall’inizio di agosto “malga Scrovazze” torna a rivivere.

come si presenta adesso

Internamente manca ancora di qualche dettaglio, ma nella prossima settimana siamo pronti per la chiusura lavori. Contemporaneamente stiamo intervenendo per sistemare le aree esterne ,   Stefano il nostro” treeclimber” e boscaiolo di fiducia ha realizzato di  sua iniziativa a suon di motosega e direttamente dal bosco un bellissimo tavolone con panche che verrà utilizzato per le “merende” di tutti coloro che verranno a trovarci.

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.